Glossario

Per aiutarvi nella terminologia tecnica associata alle stampanti e alle cartucce di stampa, abbiamo preparato un glossario con le definizioni più utilizzate.

 

Chip 

Alcune cartucce a getto d’inchiostro o laser contengono un chip elettronico. Questo chip permette di stabilire una connessione tra la stampante e la cartuccia. I chip permettono, in particolar modo, di gestire il livello d’inchiostro della cartuccia e informano l’utilizzatore sul tipo di colore e la quantità di pagine stampate. 

 

Ciano 

Il ciano è il nome del colore blu per la stampa. Insieme al giallo e al magenta, è uno dei tre colori primari che permettono di declinare tutti i colori disponibili per la stampa. 

 

Clip 

Il clip è un fermaglio di plastica utilizzato per proteggere le testine di stampa della cartuccia prima del suo utilizzo, in particolar modo durante il trasporto. 

Permette di evitare perdite d’inchiostro e miscuglio dei colori all’altezza delle lastre degli ugelli durante la conservazione, chiude ermeticamente la cartuccia e previene l’evaporazione.  

 

Compatibile 

Una cartuccia compatibile è una cartuccia non prodotta dal fabbricante della stampante ma da un’altra società. Le cartucce compatibili possono essere prodotte secondo varie procedure: a partire da componenti nuovi rispettando i brevetti esistenti, oppure a partire da cartucce vuote che saranno rimesse in circolazione dopo essere state nuovamente riempite e collaudate nel caso in cui si tratti di cartucce ricostruite.  

 

Firmware  

Un “firmware”, detto anche “micro software”, è un programma integrato in un apparecchio informatico che gli permette di funzionare autonomamente o in associazione con altri apparecchi. Alcune stampanti dispongono di firmware per gestire le varie cartucce associabili. Aggiornamenti periodici sono talvolta necessari per usufruire delle ultime evoluzioni del firmware. 

 

Inchiostri  

L’inchiostro è un liquido fortemente colorato utilizzato per marchiare il supporto, cartaceo o tessile che sia. Gli inchiostri sono utilizzati per la scrittura, il disegno, la stampa o la decorazione. 

Si utilizzano due tipi d’inchiostro: la base colorante, dissolta in acqua e solventi (come uno sciroppo allungato), e la base pigmentaria (i pigmenti sono particelle colorate che vengono mescolate con acqua e solventi). 

Quale inchiostro utilizzare? 

I pigmenti deposti sulla superficie della carta permettono di garantire una migliore resistenza all’acqua (esempio: pennarello evidenziatore) e ai raggi UV (esempio: le fotografie). 

Di contro, la resa degli inchiostri a base di coloranti è meno opaca e più brillante. 

 

Magenta 

Il magenta è il nome del colore rosso primario. 

 

OEM 

Ossia “Original Equipment Manufacturer”: si tratta di fabbricanti d’origine delle stampanti che producono anche delle cartucce.  

 

Polvere per toner 

I toner per la stampa al laser e le fotocopiatrici integrano una polvere particolare. Si tratta di una polvere detta “inchiostro secco” composta da sottilissime particelle di resina o materie plastiche chiamata appunto “toner”. Questa polvere si scioglie sotto l’effetto del calore, trasformandosi così in inchiostro liquido che si incolla sulla carta, permettendo la stampa del supporto. 

 

Tamburo 

Il tamburo (“drum” in inglese) per stampanti laser è composto da un cilindro con una superficie ricoperta da uno strato semiconduttore fotosensibile e da vari strati di protezione che hanno la funzione di trattenere la polvere del toner nelle zone attraversate dal laser della stampante.  Al suo passaggio, il laser produce una carica elettrostatica che attira la polvere sul tamburo; il foglio di carta passa poi davanti al tamburo per ottenere la stampa finale.   

 

Tampone 

Le cartucce d’inchiostro possono talvolta integrare un tampone. Questo accessorio permette di gestire il flusso d’inchiostro in uscita. 

 

Testina di stampa 

Una testina di stampa è un componente della cartuccia d’inchiostro o della stampante. Esistono cartucce senza testina di stampa, dette individuali, per le quali è quindi obbligatorio disporre di una stampante con testina di stampa integrata. Altre cartucce integrano invece direttamente una testina di stampa. In entrambi i casi, la testina di stampa permette la fuoriuscita della quantità di microscopiche gocce d’inchiostro necessaria per la stampa. L’inchiostro è distribuito grazie ad appositi “ugelli”: situati all’interno della testina di stampa, gli “ugelli” agiscono come aghi sottilissimi che spruzzano l’inchiostro sulla carta. 

 

Toner 

Il toner è una polvere pigmentata utilizzata per le stampanti laser.  

 

Ugelli 

Gli ugelli si trovano sulla testina di stampa e agiscono come aghi sottilissimi che spruzzano l’inchiostro sulla carta.